venerdì 3 novembre 2017

Sonno

Squali umani,
azzeccagarbugli vari
Lingue in fuori sbavano,
vogliose illusioni
Strade perdute e mai ritrovate
La notte scende,
dipanando le sue ombre
Il disco gira,
suona un blues gracchiante
Antico,
come l’amore
Immersi nel sonno
e nessun dio verrà a svegliarci


1 commento: